Festa della Divina Misericordia, 19/04/2020

Meditando sul vangelo di Giovanni 20, 19-31

È una comunità chiusa, quella dei discepoli di Gesù dopo la resurrezione, con porte e finestre sbarrate, dove manca l’aria e ci si sente allo stretto. Un po’ come le nostre case in questi giorni pandemici. Case piene di paura in attesa di essere aperte per una nuova libertà. Case dove ognuno di noi nei confronti di Dio, forse, ha da rimproverarsi qualche tradimento, qualche fuga, qualche mancanza di fede. E tuttavia Gesù viene in mezzo a noi oggi, come a quel tempo, dicendo: “Pace a voi”. Un’affermazione questa che proviene da Dio, che scende dentro di noi e della quale abbiamo profondo bisogno. È pace sulle nostre paure, sui nostri sensi di colpa

Visite: 46

Pasqua di Risurrezione, 11/04/2020

Dopo il grande silenzio del Sabato Santo, il silenzio della solitudine, il silenzio di una terra sbigottita perché il suo Dio fatto carne sembra essersi addormentato nella vita degli uomini, siamo posti di fronte ad un Dio che, morto nella carne, è sceso a scuotere il regno degli inferi, in ricerca di coloro che siedono nelle tenebre e nell’ombra della morte, un Dio che si

Visite: 41

 

In Coena Domini, 09/04/2020

Quest’anno la nostra Settimana Santa e la nostra Pasqua saranno diverse. Non avremo i tradizionali riti liturgici che siamo soliti vivere insieme in Basilica: non celebreremo la Lavanda dei piedi ai bambini, ai ragazzi e ai giovani del Santuario, non adoreremo il Pane della Vita, non baceremo il Crocifisso, non ci sarà la processione lungo le strade della Bozzola con il simulacro

Visite: 46

Oggi è una solennità molto importante, perché celebra l’annuncio dell’angelo a Maria, quella buona notizia che Dio rivolge a questa giovane donna rendendola protagonista del suo piano salvifico, e perché è l’inizio dell’incarnazione, cioè Dio si fa uomo perché la sua parola sia non solo ascoltata ma anche testimoniata da Gesù. In questo giorno dunque si fa memoria del meraviglioso incontro tra il divino e l’umano

Visite: 55