Concerto d’Organo

Sabato 30 Aprile alle ore 21.00 presso il Santuario della Madonna della Bozzola (PV) si terrà un concerto sul pregevole organo costruito da Vincenzo Mascioni nel 1939, recante numero d’opera op.519. Alla consolle siederà la giovane ed affermata organista italiana Benedetta Porcedda.

Nata a Cagliari, ha iniziato giovanissima gli studi musicali presso il Conservatorio “Palestrina” di Cagliari sotto la guida del Maestro Angelo Castaldo, con il quale ha conseguito il Diploma Accademico di I livello con il massimo dei voti. Attualmente frequenta un Master in Organ and Related Keyboards presso l’Università di Göteborg, sotto la guida dei docenti Joel Speestra, Karin Nelson e Mikael Wahlin. Ha partecipato a masterclass tenute dai Maestri Daniel Zaretsky, Emanuele Vianelli, Padre Theo Flury e Dan Loonqvist. Ha partecipato inoltre alla 52esima edizione dell’“International Organ Festival” di Haarlem, alle Göteborg International Organ Academy 2020 e 2021, e alla Smarano Organ Academy 2021. Ha tenuto concerti come organista solista in numerosi festival a Odense (Danimarca), Göteborg (Svezia), Napoli, Roma, Cava de’ Tirreni, Brescia, Chivasso, Pistoia, Cagliari, Sassari. Fa parte del LabOs (Laboratorio Organi Storici), ha collaborato come continuista con il Bizzarria Ensemble e ha frequentato il corso CO.LI.MUS. (Corso per Operatori musicali nella Liturgia). 

Il programma del concerto prevede l’esecuzione di composizioni di autori italiani, perle del repertorio organistico del ‘900 italiano. Potremo ascoltare:

  • di Filippo Capocci    (1840 – 1911):         Toccata in Mib
  • di Raffaele Manari  (1887 – 1933):          Fantasia siciliana
  • di Ettore Desderi     (1892 – 1974):          Ricercare a capriccio
  • di Ulisse Matthey    (1876 – 1947):          Toccata Fanfara
  • di Terenzio Zardini  (1923 – 2000):          Fantasia sul Do
  • di Marco Enrico Bossi (1861 – 1925):      Scherzo in sol minore

Per il pubblico che interverrà a questa serata sarà una grande occasione per riscoprire la letteratura organistica italiana meno conosciuta, gustando le sonorità e le differenti caratteristiche timbriche dell’organo custodito nel Santuario. 

Ricordiamo inoltre che per partecipare all’evento sarà richiesto il GREENPASS e l’uso della mascherina all’interno del tempio per l’intera durata del concerto. 

Per ulteriori informazioni e eventuali prenotazioni si può contattare il seguente numero:

cell. 331 792 3780  –  E. Colosetti, organista titolare del Santuario

Condividi su facebook
Condividi su twitter